Cos’è il massaggio tantrico

Il massaggio tantrico è praticato per guidare un individuo all’assunzione di un’attitudine positiva verso la sua esistenza e la vita in generale, attraverso il piacere fisico e sensoriale.

Origini del massaggio tantrico

Non si conosce una data precisa della nascita di tale disciplina, ma si tratta di un’epoca antichissima. Alla base della pratica vi è la Natura e il piacere fisico che si trasforma in piacere mentale. Quello di cui si è a conoscenza è che questa tipologia di arte si basa su insegnamenti della cultura indiana, ma che a sua volta ha assunto tali conoscenze da culture pre-vediche, sulle quali, purtoppo si conosce ben poco. Scopri di più sul massaggio tantrico e sulle sue caratteristiche in seguito.

Cos’è il massaggio tantrico

Il massaggio tantrico è un’esperienza sensoriale, durante la quale si entra in contatto con il proprio io per riuscire a raggiungere il benessere, sia del proprio corpo che della propria anima.

Tale pratica, infatti, viene utilizzata per far riscoprire a chi la riceve un’esperienza della sessualità differente da quella a cui si è abituati, con un senso più profondo che contribuisce al benestare di ogni parte e cellula del proprio corpo. Ciò si raggiunge attraverso la stimolazione del primo chakra, situato sulla base della spina dorsale e collegato ai genitali.

Questo senso di benessere carnale, a sua volta, libera la mente dell’individuo da un costante stato di stress. Attraverso dei tocchi molto leggeri si riescono a raggiungere e stimolare al massimo i punti energetici del corpo, i quali aiutano ad aumentare la percezione di se stessi e staccare la spina dalla quotidianità, la quale, spesso è causa di uno stato emotivo ansioso. Si considera una vera e propria arte, dato che, per portare benefici deve essere eseguita da qualcuno che sa quali ‘’tasti’’ toccare e in che modo.

Come viene svolto il massaggio tantrico

Il massaggio tantrico deve essere eseguito dopo aver creato un equilibrio che stimoli tutti i sensi dell’individuo su cui verrà praticato. La mente, per liberarsi dagli stimoli ed energie negative, ha bisogno della collaborazione dell’olfatto, dell’udito, della vista e del gusto. Per tale motivo, la prima fase della pratica consiste nel creare l’atmosfera giusta; si inizia scegliendo della musica indiana molto rilassante e si spargono nell’ambiente fragranze dai profumi delicati ma decisi.

Infine, si conclude abbassando le luci. Ogni elemento presente nella stanza deve essere privo di ‘’aggressività’’ e spargere nell’aria energia positiva. Tutto ciò aiuta chi riceve il massaggio tantrico a lasciarsi andare nelle mani di chi lo offre e affidargli, oltre al proprio corpo, anche la propria mente.

In seguito, si procede con degli esercizi di respirazione. Poi, ha inizio il massaggio, partendo dal viso. Con tocchi molto delicati e lenti si devono eseguire dei movimento circolari che stimolino i muscoli. E, secondo la filosofia orientale, i chakra. E’ qui che viene inglobata l’energia vitale del nostro corpo, ed è li che bisogna intervenire. Gradualmente si fa lo stesso anche sulle parti del corpo. Improvvisamente si sentirà una piacevole leggerezza su tutto il corpo, un senso di relax che svuoterà piano piano la mente.

Infine, si può sorseggiare una bevanda calda tra infusi e tisane. Ed è in questo momento che si ha la consapevolezza di aver raggiunto uno stato di pace e di equilibrio e che tale pratica, oltre ad un semplice massaggio ha un senso più profondo. L’interrogazione e il dialogo con la propria essenza sono gli elementi che fanno sì che si abbia equilibrio anche fuori da quella stanza, durante la propria vita quotidiana, lavorativa e di rapporto con gli altri esseri umani.

Alla fine del massaggio tantrico, il quale è a tutti gli effetti un percorso di meditazione, si avrà una percezione diversa del proprio essere, una piena consapevolezza di ciò che si vuole raggiungere e di ciò che deve essere eliminato dalla propria vita.